04 febbraio 2018

Biscotti di frolla montata

Era da tempo che volevo provare la ricetta per i biscotti di frolla.
Finalmente mi sono decisa perchè ne valeva davvero la pena: sono buonissimi.
E decisamente facili, tutto nel Kenwood ed è pronto.
Ingredienti:
600 gr farina 00, 250 gr di zucchero a velo, 400 gr di burro, 3 uova grandi,
1 tuorlo, 50 gr di fecola di patate, 1 pizzico di sale, 1 bacca di vaniglia o
mix di agrumi
per la decorazione cioccolato fondente, granella di nocciole, pistacchi,
marmellata.
Lavorare il burro morbido con lo zucchero nella planetaria, circa una decina di
minuti, poi aggiungere le uova sbattute poco alla volta.
Unire poi la farina e la fecola setacciate, il sale, mescolare fino a quando il composto
è ben amalgamato. Aggiungere un cucchiaio di mix agli agrumi.
L'ho preparato con un'arancia, un limone non trattati, tagliati a fette e ricoperti di
zucchero. Quando si è formato lo sciroppo ho fatto cuocere a fuoco basso, aggiunto
miele e semini della bacca di vaniglia. Frullato col minipimer ed una volta ben
freddo messo negli stampini in freezer per averlo sempre pronto.
Avendo poca farina 00 ho usato 200 gr di farina soffio di mais, del mulino Favero.

Con l'impasto riempire una sac a poche con il beccuccio preferito, liscio o a stella,
secondo l'effetto desiderato.
Formare i biscotti su una teglia rivestita di carta forno.
Lasciar raffreddare almeno un'ora in frigo e poi infornare a 180° a metà forno.
Cuocere per 10/15 minuti, dipende dal forno e dallo spessore dei biscotti, la cosa
migliore è controllare a vista passati i 10 minuti.
Far raffreddare su una griglia e poi passarli nel cioccolato fondente fuso.
Si conservano per qualche giorno in una scatola e sono un'ottima idea regalo.

Con lo stesso procedimento si possono preparare i biscotti con la frolla montata al
cacao.
Per 400 gr di farina 00 ho utilizzato 200 gr di zucchero a velo, 280 di burro, 2 uova,
1 tuorlo, 40 gr di cacao amaro, 1 baccello di vaniglia, 1 pizzico di sale.
La lavorazione è la stessa, unendo il cacao alla farina.
Anche questi un'ora in frigo e poi in forno a 180° con un occhio alla cottura.
Decorare a piacere con granella di nocciole o di zucchero prima di infornare.






Plumcake al parmigiano


Le merendine Parmareggio con il plumcake al formaggio sembrano
scomparse dagli scaffali dei supermarket. Sono le preferite di Jacopo
e stamani ho provato a preparare i plumcake casalinghi.
Ingredienti:
125 gr di farina, 90 gr di parmigiano, 40 ml di olio di semi di girasole,
120 ml di latte di soia non zuccherato, mezza bustina di lievito istantaneo
per salati, 1 uovo, un pizzico di sale.
Miscelare l'olio con il latte, l'uovo e lasciare da parte,
In una ciotola mescolare la farina, il formaggio, il lievito ed il sale.
Ho usato 80 gr di farina integrale di farro ed il resto di 00, si possono
provare altre varianti tenendo conto che a seconda della farina utilizzata
può essere necessaria una diversa quantità di latte. cominciare quindi con
100 ml ed aggiungere eventualmente durante la lavorazione.
Preparare gli stampini, spennellare con l'olio ed infarinare eliminando
l'eccesso.
Mescolare velocemente con un cucchiaio il contenuto della ciotola e la parte
liquida ( latte, olio ed uovo). Il composto deve risultare abbastanza morbido,
regolare quindi a questo punto l'eventuale aggiunta di latte,
Versare negli stampi ed in forno statico già caldo a 180°.
I tempi di cottura variano a seconda delle dimensioni, Per le ciambelline sono bastati
12 minuti, per quelli rettangolari circa 20.

21 gennaio 2018

Cracker con lievito madre


Ogni volta che si rinfresca il lievito madre c'è sempre una certa quantità
da buttare, specialmente per me che non faccio il pane troppo spesso.
Ho trovato però una ricetta davvero ottima per riciclare il lievito in esubero,
dei cracker che non richiedono tempi lunghi di preparazione e lievitazione,
inoltre variando le farine ed i semi aggiunti si hanno sempre gusti diversi.
Si conservano bene per qualche giorno in un barattolo ermetico, non saprei
dire quanti perchè vengono regolarmente spolverati.
Ne ho preparati di due tipi, uno con saraceno e semi di girasole e zucca, uno
con farina integrale e semi di papavero. La ricetta indica le dosi per una teglia
da forno.
Ingredenti:
150 lievito madre, 100 gr di farina (70 farina 2, 30 saraceno), 40 gr di olio
( 20 olio extravergine, 20 semi), semi girasole e/o zucca, papavero od altri
a piacere, 6 gr sale, aromi e spezie secondo i propri gusti.
Mettere il lievito in una ciotola e mescolare con olio e pochissima acqua,
aggiungere sale e farina e lavorare a mano o nell'impastatrice.
La pasta deve essere piuttosto compatta, io uso davvero pochissima acqua,
poi dipende dal tipo di farina usata, aggiungerla quindi a piccole dosi durante
la lavorazione, se serve. Unire infine i semi.

Naturalmente preferire quelli coltivati in Italia, impresa non facile perchè la
maggior parte provengono da paesi nonUE, ma non impossibile.


Stendere con il mattarello su un foglio di carta forno. Se l'impasto è compatto
e non appiccicoso la lavorazione non presenta problemi, in caso contrario ci
si può aiutare con un secondo fogli di carta forno.
Tagliare a losanghe, bucare la pasta con una forchetta, aspettare 15 minuti e poi
infornare a 180/200 gradi per 10/15 minuti, controllando perchè ogni forno ha i
suoi tempi.
Lasciar raffreddare e via, uno tira l'altro.

11 novembre 2017

Orzotto alla zucca con taleggio

In questo periodo si trovano delle ottime zucche ed oggi l'ho preparata con l'orzo
al posto del solito riso.
Ingredienti per due porzioni:
150 gr di orzo perlato, 1 cipolla, 250 gr di zucca già pulita, 120 gr di taleggio,
olio extra vergine di oliva, sale, noce moscata.
Tritare la cipolla e  farla  appassire in una padella con poco olio, poi unire la zucca
tagliata a dadini e portare a cottura, regolando di sale e un pizzico di noce moscata.

Intanto far cuocere per 20 minuti l'orzo in acqua salata, dopo averlo ben sciacquato.
Scolare e saltare nella padella con la zucca fino a quando non è ben amalgamato.
Far fondere 60 gr di taleggio in ogni piatto, al microonde bastano pochi secondi, e
porre sopra l'orzotto.
Per la versione vegan sostituire il taleggio con un formaggio vegetale.

05 novembre 2017

Crostata con composta di mele





Una base di pasta frolla vegan, dalla ricetta di Marco Bianchi, con la composta di
mele ed ecco un dolce adatto a molte occasioni, colazione o merenda ed anche a
fine pasto.
Ingredienti:
150 gr farina integrale, 100 gr farina di grano saraceno, 80 gr zucchero di canna tipo
muscovado, 60 gr olio di girasole, 60 gr di acqua, 1 cucchiaino di lievito per dolci,
3 mele renette, noci q.b..
Sciogliere lo zucchero nell'acqua, mescolando bene, aggiungere poi l'acqua e l'olio.
Versare in una ciotola e unire le farine con il lievito, lavorando con uno sbattitore
elettrico con le fruste a spirale. Appena gli ingredienti si sono amalgamati

 togliere il composto dalla ciotola, formare una palla e mettere in frigo, avvolta
dalla pellicola, per circa mezz'ora.
Intanto sbucciare ed affettare le mele, metterle in una padella con poco zucchero
di canna e far cuocere a fuoco basso.
Stendere la pasta con il mattarello e rivestire uno stampo da crostata foderato di
carta forno. Far asciugare in forno già caldo a 160 gradi per 10 minuti, poi stendere
sopra le mele,
aggiungere qualche noce a pezzetti e decorare con strisce di pasta.
In forno per 25/30 minuti.




15 ottobre 2017

Biscotti integrali con gocce di cioccolato


Una ricetta molto facile da preparare anche con i bambini. Ottimi per la prima
colazione e la merenda.

Ingredienti:
230 gr farina integrale, 110 gr di burro (oppure 80 gr di olio di semi di girasole),
100 gr di zucchero tipo muscovado, 1 uovo, mezza bustina di lievito, 1 pizzico di
sale, una bacca di vaniglia, cannella se piace, 100 gr di gocce di cioccolato.
Setacciare la farina con il lievito, il sale, mettere tutto in un mixer ed aggiungere il
burro a pezzettini ( in alternativa l'olio). Ottenuto un composto sbriciolato unire lo
zucchero, l'uovo ed i semini di vaniglia.
Mettere l'impasto in una ciotola e lavorare con le mani.
Aggiungere le gocce di cioccolato, formare una palla, farla riposare in frigorifero
per almeno mezz'ora, ricoperta di pellicola.
A questo punto stendere la pasta con il mattarello, formare i biscotti con gli
stampini e metterli su una teglia rivestita di carta forno un pò distanziati tra di
loro perchè in cottura tenderanno ad allargarsi.

In forno già caldo a 180° per circa 10 minuti.
Togliere subito e lasciar raffreddare su una gratella.




13 maggio 2017

Baci di dama vegan


Dal 22 al 28 maggio Settimana Veg, sette giorni per provare a cambiare.

https://www.essereanimali.org/settimana-veg/
Dal sito si può scaricare un ricettario e si possono scoprire interessanti
ricette vegan che invogliano anche i non vegani a provarle ed introdurle
nella dieta.
Io ho scelto questi baci di dama di Giulia Giunta, altre ricette sul suo
blog.

Ingredienti:
65 gr mandorle pelate Ecor, 165 gr farina semintegrale 2 Le terre di ecor, 100 gr
zucchero integrale di canna, 60 gr olio di mais, 4 gr lievito per dolci, vaniglia, acqua,
120 gr cioccolato fondente Novi 72%.

Con il mixer ho tritato finemente le mandorle, aggiungere un cucchiaio di
zucchero aiuta ad ottenere una farina asciutta. Le ho mescolate con lo
zucchero rimanente, la farina ed il lievito.

Nella ciotola ho poi versato l'olio e mescolato il tutto velocemente con una
forchetta, ho aggiunto l'acqua e lavorato con le mani fino ad ottenere un impasto
morbido ma compatto. L'ho lasciato un paio di ore in frigo.
A questo punto ho formato delle palline, cercando di farle tutte uguali aiutandomi
con la bilancia, circa 10/11 grammi ognuna. Le ho rimesse di nuovo a raffreddare
e poi stese su una placca rivestita di carta forno. A cuocere a 170° per circa 15
minuti. Lasciar raffreddare su una griglia.
Fondere il cioccolato fondente a bagnomaria e quando comincia a solidificare
spalmarlo su un biscottino, dal lato piatto, e coprirlo con un altro.
Con lo stesso procedimento li ho preparati anche con le nocciole.
Lasciar indurire il cioccolato e son pronti da gustare.
Eccoli qui preparati per l'amico Federico dell'Erboristeria Benetti di via Marradi.
Grazie alla sua competenza e pazienza sono riuscita a buttar giù qualche chilo,
impresa ardua per età e problemi di tiroide e soprattutto ad impostare una dieta
più sana. Con il Metodo3emme depurazione e rimessa in forma sono facili e
non richiedono particolari sacrifici. Via, oggi mi concedo anche un bacio.