17 aprile 2010

La panzanella

Aprile dolce dormire. In questi giorni sono un pò pigra, non ho voglia di stare tanto ai fornelli, meglio approfittare del sole. Ho parecchio pane di campagna avanzato, delle belle cipolle rosse, via con la panzanella, ricetta toscana, che ognuno poi modifica secondo i propri gusti. In origine piatto povero, pane raffermo, o posato come diciamo noi, bagnato con acqua e aceto e condito con cipolla ed altre verdure di stagione, poi  arricchito con acciughe salate o tonno. Franca Torsellini nel suo  libro "Livorno a tavola", ci informa che era nota già nel '500 come Insalata del Bronzino, al posto dei pomodori, allora sconosciuti, si usava la porcellanetta, un'erba chiamata anche portulaca. Altre curiosità si possono trovare qui.



Ingredienti:
pane di campagna raffermo, 1 cipolla rossa, aceto, olio extravergine, sale, pomodori, tonno, basilico.
Tagliare a fette la cipolla e lasciarla in acqua e poco aceto. 
Bagnare il pane, tagliato a fette, in acqua fredda e lasciarlo ammollare e strizzarlo con le mani in una insalatiera.   Aggiungere la cipolla scolata, i pomodori a pezzetti, il basilico, il tonno sbriciolato o le acciughe, il cetriolo, se piace. Condire con sale, olio ed aceto, mescolare bene e lasciar riposare al fresco.

1 commento:

  1. buonissima nonnageca!!!mi hai rimandato all'estate!!!!!ne facciamo grande uso è l'ideale da portare al mare, saporita, fresca, estiva!
    un pò di tempo fa ho preparato la tua pappa al pomodoro: come sempre le tue ricette sono ottime!!! complimenti anche per la chiarezza delle tue spiegazioni ed illustrazioni.
    grazie. enrica

    RispondiElimina